In questo articolo Apostille: significato, l’agenzia di Traduzioni Forum Service si propone di fornirvi tutte le informazioni riguardo l’Apostille.

L’Apostille altro non è che una specifica annotazione che deve essere fatta sull’originale del certificato rilasciata dalle autorità competenti del Paese interessato.
Per rispondere a “Apostille: significato” in pratica è una ottima alternativa alla legalizzazione, in quanto risulta decisamente più economica sia quanto a tempi che a spese. Infatti con essa è possibile far valere direttamente il certificato straniero. Questa possibilità è prevista solo per i cittadini provenienti dai Paesi che hanno sottoscritto la Convenzione dell’Aia del 5 ottobre 1961. Questa è relativa all’abolizione della legalizzazione di atti pubblici stranieri. I Paesi che hanno ratificato la Convenzione sono: Giappone, Jugoslavia, Svizzera, Turchia, Argentina, Armenia, Australia, Belize, Brunei, Cipro, El Salvador, Federazione Russa, Israele, Lettonia, Liberia, Lituania, Malta, Messico, Niue, Panama, Repubblica Ceca, Romania, San Christopher e Nevis, San Marino, Seychelles, Stati Uniti d’America, Sud Africa, Ungheria, Venezuela, Antigua e Barbuda, Bahamas, Barbados, Bielorussia, Bosnia Erzegovina, Botswana, Croazia, Figi, Lesotho, Macedonia, Mauritius, Slovenia, Swaziland, Suriname, Tonga e Ucraina.
I documenti che non hanno bisogno di legalizzazione ma solo di apostille sono i documenti che rilascia una autorità o un funzionario dipendente da un’amministrazione dello Stato. Posso essere i documenti amministrativi, gli atti notarili, le dichiarazioni ufficiali indicanti una registrazione. Oppure un visto di data certa, un’autenticazione di firma apposti su un atto privato. Mentre invece non si applica ai documenti redatti da un agente diplomatico o consolare e ai documenti amministrativi che si riferiscono a una operazione commerciale o doganale.

Quindi una persona proveniente da un Paese che ha aderito a questa Convenzione non ha bisogno di recarsi presso il consolato italiano e chiedere la legalizzazione. Ma può recarsi presso il Ministero degli esteri per ottenere l’annotazione della suddetta apostille sul certificato. Quel documento deve essere riconosciuto in Italia, perché anche l’Italia ha ratificato la Convenzione. Quindi in base alla legge italiana quel documento deve essere ritenuto valido, anche se redatto nella lingua di un diverso Paese.

 

… per il vostro preventivo gratuito e senza impegno…

… compilate il form, allegando il vostro file …

… e lo riceverete sulla Vostra email …

Entra nella pagina

PREVENTIVO PERSONALIZZATO

… Siamo a Vostra completa disposizione …

Per qualsiasi tua esigenza di traduzioni di testi o di documenti, non esitare a contattarci, senza impegno telefonicamente o per email, per ricevere assistenza e informazioni…

Entra nella pagina

CONTATTI

Indicazioni stradali

La tua posizione:

Siamo presenti anche su

Pagine GiallePagine BiancheEuropages ItaliaEuropages Gran BretagnaGuida TraduzioniProntoProTranslation CaféEuropages GermaniaEuropages TurchiaEuropages GreciaEuropages RussiaEuropages CinaKompassPagine MailYellow PlaceYelpRete ImpreseWikiweb