Un argomento molto interessante che la Forum Service, agenzia di traduzione a Roma, intende trattare è quello riguardante il Gemellaggio tra Paesi. Argomento utile ad esaltare l’importanza delle lingue che permettono di instaurare una costante comunicazione tra i Paesi del Mondo. Soprattutto per lo scambio culturale, intellettuale, delle tradizioni, politiche e di tutte le altre realtà. Qui di seguito potremo leggere molti cenni su questo tema.

Jean Bareth, uno dei fondatori del Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa (CCRE), dopo la guerra mondiale, definì il Gemellaggio. Definì come unione di due comunità che, in tal modo, tentano di agire partendo da una prospettiva europea e con l’obiettivo di affrontare i loro problemi e di instaurare tra loro legami sempre più stretti di amicizia. Pertanto, il gemellaggio è un legame simbolico stabilito per sviluppare strette relazioni politiche, economiche e culturali e può essere stabilito fra istituzioni, enti e scuole. Quello più conosciuto, però, è sicuramente quello istituito tra comuni dello stesso Stato o Stati diversi. Tali gemellaggi vengono istituiti tra comuni, spesso anche molto distanti tra loro, ma che hanno punti in comune nelle loro storie ed origini. In tal caso, le amministrazioni comunali si impegnano a portare avanti una serie di attività (come concerti, convegni, mostre o viaggi-scambio tra i componenti delle tue comunità) atte a rafforzare il rapporto del gemellaggio e a far conoscere l’un l’altro le rispettive realtà. Un buon gemellaggio può portare benefici a entrambi i componenti e deve essere duraturo nel tempo.
La procedura attraverso cui è possibile effettuare un gemellaggio è descritta dalla Legge La Loggia ed in particolar modo dall’art.6, il quale prevede che i Comuni italiani interessati a gemellarsi o siglare protocolli d’intesa sono obbligati a trasmettere, almeno due mesi prima della firma ufficiale dell’accordo con il partner i seguenti documenti:

– Delibera di Consiglio comunale contenente la manifestazione di volontà a realizzare il gemellaggio (i gemellaggi) indicandone gli obiettivi;

– Copia del testo del Giuramento della fraternità da sottoscrivere d’intesa con il partner/i partners;

– Programma dettagliato dell’attività di gemellaggio;

– I comuni che hanno ricevuto un finanziamento dalla Commissione Europea dovranno allegare la documentazione attestante la sovvenzione europea accordata.

Una volta fatto questo, si effettuerà la Cerimonia ufficiale di Gemellaggio. Questa cerimonia rappresenta l’occasione nella quale viene sottoscritto il Giuramento della fraternità che sancisce il vincolo tra gli Enti locali coinvolti. Durante la cerimonia, i Sindaci pronunciano e sottoscrivono il testo alla presenza della cittadinanza per instaurare un momento storico a ragione dell’assunzione degli impegni solenni contenuti nel testo del Giuramento.

La cerimonia prevede:

– I discorsi dei Sindaci sui motivi ispiratori del gemellaggio e sugli impegni politici che esso comporta;

– La firma del Giuramento della fraternità europea (il cui testo può essere stampato su carta speciale o stilato su una pergamena).

Il Giuramento viene pronunciato con solennità in presenza del pubblico ed è seguito dall’esecuzione degli inni nazionali e dell’inno europeo da parte di bande musicali accompagnate poi da gruppi folcloristici. Al momento dell’esecuzione degli inni innalzate le bandiere nazionali ed europee. Saranno invitati rappresentanti delle Istituzioni locali, Ambasciatori, Sindaci dei Comuni limitrofi, rappresentanti dell’AICCRE per illustrare il significato politico del gemellaggio. La manifestazione può prevedere occasioni di dibattito su problematiche comuni (urbanistica, trasporti, attività economiche, sociali ecc.), ma anche l’esposizione di prodotti tipici locali, l’organizzazione di ricevimenti in onore degli ospiti, incontri e competizioni sportive od anche Festival di musica popolare. Il testo del “Giuramento della fraternità” è un modello proposto dal Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa (CCRE), di cui l’AICCRE è la Sezione italiana. Verrà opportunamente tradotto e giurato da Agenzie quali la Forum Service, qualora si trattasse di un gemellaggio effettuato tra comuni di diversa nazionalità. Il testo poi dovrà essere approvato in Consiglio e dovrà essere inviato almeno due mesi prima della data stabilita per la cerimonia alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, al Ministero degli Esteri e alla Regione di appartenenza dell’Ente italiano.l testo non deve essere imposto al partner se non è d’accordo e prima della firma ufficiale del partenariato/gemellaggio è opportuno che l’Ente italiano lo concordi con lo stesso ed è richiesto, per informazione, l’invio della copia del “Giuramento della fraternità” all’AICCRE.

 

[/one_half]

Entra nella pagina

PREVENTIVO PERSONALIZZATO
[/fullwidth]

… Siamo a Vostra completa disposizione …

Per qualsiasi tua esigenza di traduzioni di testi o di documenti, non esitare a contattarci, senza impegno telefonicamente o per email, per ricevere assistenza e informazioni…

Entra nella pagina

CONTATTI

 

 

 

Siamo presenti anche su

Pagine GiallePagine BiancheEuropages ItaliaEuropages Gran BretagnaGuida TraduzioniProntoProTranslation CaféEuropages GermaniaEuropages TurchiaEuropages GreciaEuropages RussiaEuropages CinaKompassPagine MailYellow PlaceYelpRete ImpreseWikiweb